La pittura a “secco”, piccola guida per capire cos’è

0
pittura a "secco"

Oggi vi spiego una tecnica che troverete spesso nei dipinti murali e che è all’esatto opposto dell’affresco: la pittura detta a “secco”. Una tecnica in cui i pigmenti, base fondamentale della pittura, vengono applicati su intonaco asciutto per mezzo di un legante di natura organica, naturale o di sintesi. Legante con proprietà di costituire uno strato pittorico. Alternativamente i colori possono essere applicati con acqua di calce. Questa altro non è che una soluzione in acqua di idrossido di calcio, ricavato dallo spegnimento della calce viva. Le tempere, per intenderci sono un tipo di pittura a secco molto diffuso nella storia dell’arte.

Questo genere di pittura è utilizzata sia come tecnica a sé stante, sia come finitura degli affreschi, ricorrendo anche a colori e tecniche proprie della pittura mobile, a olio, a tempera, lacche ecc., per ottenere effetti particolari che con il “buon fresco” non si potevano raggiungere. I pigmenti sono il più delle volte disciolti in colla e in uovo. Le stesure eseguite a secco non sono mai corpose perché la pittura si cretterebbe troppo facilmente. Si riconoscono perché sono quasi sempre scagliate e hanno una luminosità diversa rispetto alla trasparenza opaca dell’affresco.

Se ti piace il blog, seguilo anche su Twitter 👇👇👌

I vantaggi della pittura a secco sono la possibilità di utilizzare una gamma maggiore di pigmenti, di verificare l’effetto cromatico ottenuto e di apportare delle correzioni raschiando e sovrapponendo il colore. Per contro, è soggetta a sollevamenti, frantumazioni e cadute della pellicola pittorica. E di conseguenza anche le tecniche di restauro devono tenere presente della sua maggiore sensibilità alle sostanze usate per la pulitura dei dipinti murali.

Tecniche antiche e nuove

Sono tecniche che accompagnano da sempre l’uomo: gli esempi più antichi sono le pitture parietali preistoriche, realizzate con carbone o argille mescolate a grasso animale. Nelle epoche successive, abbiamo altri innumerevoli esempi di pittura a secco, fino ad arrivare ad oggi. Noi contemporanei eseguiamo la pittura con colori preparati industrialmente e già pronti come tempere, acrilici ecc…. e anche la contemporanea street art utilizza questo tipo di tecnica!

C.C.

Questo post si avvale di contributi bibliografici vari che potete consultare qui

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here