I cassoni, piccola guida per conoscerli

0
cassoni
Cassone italiano con pannello frontale dipinto c. 1460

Oggi vi propongo un tema un po’ fuori dagli schemi. Vi voglio parlare di un argomento, tra arte e storia, che riguarda gli usi e costumi italiani. Scopriremo cosa sono i cassoni. Ne avete già sentito parlare? sicuramente qualcuno lo avrete visto al museo. Ad ogni modo, i cassoni erano mobili solitamente destinati a contenere il corredo, le stoffe e la biancheria che le donne portavano in dote per le nozze. Nei primi erano decorati a pastiglia o a stucco, rivestiti di velluto o tessuto damascato. Dal XVI secolo però vennero spesso ornati di una ricca decorazione scolpita. In Toscana, dai primi anni del XV secolo, si cominciò a decorarli addirittura con pannelli dipinti il cui tema erano la mitologia o la storia antica o recente.

Se ti piace il blog, seguilo anche su Twitter 👇👇👌


Nel corso del tempo si è così tanto legato il mobile con la decorazione che spesso si usa il termine cassone anche per descrivere i dipinti che lo adornano. Inoltre, per sbaglio, a volte questa parola è estesa anche ai pannelli decorativi usati nell’arredo fiorentino dalla fine
del XV all’inizio dei XVI secolo. Pannelli che venivano disposti a fregio continuo lungo le pareti dei saloni o delle camere nuziali e che sarebbe corretto chiamare spalliere.
Purtroppo gli autori di questi splendidi cassoni sono quasi tutti anonimi, e si distinguono grazie soprannomi che ricordano l’opera realizzata o il suo soggetto principale. Ma anche artisti fiorentini e senesi noti decorarono cassoni nuziali. Alcuni esempi sono Giovanni dal Ponte, il Maestro del Bambino Vispo e Pesellino.

cassoni
Pesellino, episodio dalla Storia di Griselda, 1445-50

Generalmente connessi alla cultura tardo-gotica, subirono ugualmente l’influsso di Paolo Uccello e Domenico Veneziano, autore egli stesso di un cassone, oggi perduto, dipinto nel 1447 per le nozze Parenti-Strozzi. Artisti di grande fama eseguirono invece spalliere per camere da letto con episodi mitologici, antichi o biblici, oppure con racconti medievali. Pensiamo infatti alle splendide opere di Botticelli, Andrea del Verrocchio o Piero di Cosimo. Trovo personalmente che i cassoni siano degli splendidi oggetti in grado di unire abilità artigianali e maestrie artistiche. Oggetti che ci fanno capire come in tempi passati anche mobili d’uso quotidiano potessero diventare dei veri e propri capolavori. Un po’ forse come accade oggi nel design moderno.

Ti è piaciuto il post? E tu, hai un oggetto prezioso in casa che unisce utilità a bellezza artistica? scrivimi tutto nei commenti.

C.C.

Questo post si avvale di contributi bibliografici vari che potete consultare qui

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here