Home Generi Ritratto

Ritratto

Nani, buffoni, commedianti

Nani, buffoni, commedianti

Questa è la storia di un genere di ritratto, diffuso soprattutto dal rinascimento, che focalizzò l'attenzione su una schiera di persone molto particolari. Ma tutto ciò necessita una premessa. In diverse corti europee del XV XVI secolo erano presenti...
Il ritratto nella Firenze di Lorenzo il Magnifico

Il ritratto nella Firenze di Lorenzo il Magnifico

Per tutta la prima metà del Quattrocento, Firenze è la città-faro del movimento che prenderà il nome di Rinascimento, e che dilagherà in seguito in tutto il continente, non come nostalgia di un lontano passato ma come attivissimo impegno...
Il ritratto gotico

Il ritratto gotico

Continua il percorso a tappe attraverso la storia del ritrattismo. La fine dell'età classica comporta il declino del ritratto. Nei secoli che vanno dalla dissoluzione dell'impero romano (IV secolo d.C.) all'età comunale (XIV secolo d.C.) questo genere è alquanto raro,...
Rosalba Carriera ritrattista

Rosalba Carriera ritrattista

Riprendiamo il nostro percorso nel ritratto, verso il settecento e l'età del Barocco e del Rococò. Sicuramente Rosalba Carriera (Venezia 1673-1757) rappresenta una figura chiave nella storia del ritratto. Partita dalla pratica della miniatura, sviluppa con originale precocità la...
I ritratti del Fayoum

I ritratti del Fayoum

Queste opere d'arte mi hanno sempre molto colpito per la loro forza espressiva e straordinaria modernità. Con l'espressione ritratti del Fayoum (Egitto), s'intende una serie di circa 600 ritratti funebri, fortemente realistici, realizzati per lo più su tavole lignee, che...
Il ritratto a nord delle Alpi, Mabuse

Il ritratto a nord delle Alpi, Mabuse

Continua la nostra esplorazione nella storia del ritratto. Tutta l'area fiammingo-tedesca-olandese, è influenzata profondamente da Durer, che a sua volta entrando in rapporto con la gloriosa tradizione fiamminga genera una novità importante: Anversa, importante porto commerciale e finanziario, diventa luogo...
Il ritratto e la "maniera internazionale"

Il ritratto e la “maniera internazionale”

Il complesso di esperienze artistiche elaborate tra il secondo e l’ultimo decennio del XVI secolo porterà alla nascita del manierismo. Uno stile inizialmente di nicchia, ma che finirà per diventare una sorta di codice formale, imposto dai regnanti di tutta Europa per...
Rembrandt van Rijn grande ritrattista

Rembrandt van Rijn grande ritrattista

Non è semplice proporvi quello che ha segnato la storia dell'arte e in questo caso del ritratto, perché non si sa mai da dove partire. Ma credo che ci siano dei punti, delle stelle fisse nel firmamento che non...
Il ritratto, mezzo per l'immortalità

Il ritratto, mezzo per l’immortalità

Come iniziare ad approcciarsi alla conoscenza della storia dell'arte? beh forse il modo più divertente è farlo dimenticando i soliti percorsi cronologici e procedere per temi traversali. Almeno è così che mi piace fare quando si parla d'arte. I principali generi...
Il ritratto dopo Tiziano: Veronese, Tintoretto, Moroni.

Il ritratto dopo Tiziano: Veronese, Tintoretto, Moroni.

Paolo Veronese, Giovan Battista Moroni e soprattutto Jacopo Tintoretto si sono frequentemente cimentati con il genere del ritratto, manifestando anche in questo specifico campo tre orientamenti differenti. Veronese e Tintoretto hanno svolto in realtà una carriera perfettamente complementare e...

SEGUICI SU

101,706FansMi piace
1,021FollowerSegui
2,050FollowerSegui
2,692FollowerSegui
31,000IscrittiIscriviti

ARTICOLI RECENTI

Filippo Lippi: religiosità e sentimento

Filippo Lippi, Madonna con bambino e angeli

Questa tavola, realizzata attorno al 1465, ebbe un successo incredibile all'epoca, ispirando molti giovani artisti tra cui Sandro Botticelli che fu discepolo di Filippo...